Fili Pari su AdnKronos” width=

ADNKRONOS

14 Novembre - 2018

Morbido come la pietra, ecco il marmo da indossare

”Giacche, gonne, accessori per la moda e rivestimenti per il settore auto e non solo. Tutto grazie ad una speciale membrana realizzata a partire dal marmo. Un progetto nato nel 2016, e che si avvia a prendere forma di startup, che unisce design, innovazione ed economia circolare. Si chiama Fili Pari, dall’anagramma di Fripi e Ali, le due fondatrici, Francesca Pievani e Alice Zantedeschi, imprenditrici under 35. Tra i sei finalisti del premio speciale Repower (il 22 novembre la premiazione a Roma al Maxxi, nell'ambito dell'ottava edizione del premio Gaetano Marzotto), “Fili Pari nasce tra i banchi universitari del Politecnico di Milano – racconta all’Adnkronos Francesca Pievani - durante il corso di laurea magistrale in Design per il Sistema Moda ed esprime il desiderio di sviluppare e promuovere la costante ricerca di materiali e di fibre.”

Leggi l'articolo completo su: www.adnkronos.com



Fili Pari vince ITWIIN” width=

PREMIO ITWIIN per L’innovazione

9 Novembre - 2018

Fili Pari vince la menzione speciale del Premio ITWIIN per l’imprenditoria giovanile

”Un’iniziativa per mettere in luce il talento e la creatività delle donne italiane che operano nel campo della ricerca, tecnologia e innovazione. ITWIIN è un’associazione di donne inventrici e innovatrici che si pone come scopo quello di aiutare altre donne portatrici di idee e innovazioni per realizzare le loro aspirazioni, migliorare la stima di sé, la motivazione e ampliare orizzonti ed esperienze. L’Associazione si propone di riunire diverse professionalità ed esperienze di donne in Italia e in Europa in diversi settori: dai diritti di proprietà intellettuale, marchi e brevetti, alla ricerca industriale e accademica, al trasferimento tecnologico. ITWIIN opera a contatto con altre associazioni attive negli stessi campi e agisce come link per facilitare e promuovere il dialogo con le istituzioni italiane ed europee. In questo senso è inserita nella rete europea delle donne inventrici e innovatrici, EUWIIN. Il Premio ITWIIN 2018, ha visto la partecipazione di imprenditrici, libere professioniste, ricercatrici, titolari o socie di spin-off attive sia in tutti i campi scientifici, ingegneristici, tecnici e tecnologici, con particolare riferimento a salute e life sciences, ICT, energia, ambiente, sia nell’arte e artigianato, moda, design, formazione. La premiazione si è tenuta presso il prestigioso Circolo Unificato di Venezia.”

Scopri di più sull’associazione su:www.itwiin.org



Fili Pari e Premio Repower” width=

AFFARITALIANI.IT

6 Novembre - 2018

Fili Pari tra i finalisti del Premio Speciale Repower

”A La Triennale di Milano presentati i sei finalisti del Premio Speciale Repower nell’ambito del Premio Gaetano Marzotto”
”l Premio Speciale Repower è un riconoscimento espresso in servizi con un controvalore di 50mila euro, di cui la start up vincitrice potrà beneficiare presso la sede di Repower di Milano per la durata di tre mesi. Dal riutilizzo del latte ai tessuti realizzati con la polvere di marmo, dall’intelligenza artificiale applicata alla relazione col cliente alla fabbrica diffusa di stampanti in 3D: le sei start up finaliste del Premio Speciale Repower si sono presentate alla Triennale. Il Premio verrà poi consegnato al vincitore il 22 novembre a Roma, al Maxxi, nell’ambito dell’ottava edizione del Premio Gaetano Marzotto, il prestigioso riconoscimento, a livello europeo, per il mondo dell’innovazione. Repower ha deciso di investire sull'innovazione perché è il filo rosso che lega i suoi prodotti e i servizi, dalla Ricarica 101 alla prima barca progettata full electric, dalle soluzioni digitali per il driver elettrico alla panchina di design per ricaricare le biciclette a pedalata assistita. Tutti tasselli di un mosaico che racconta un’idea di azienda consapevole del proprio ruolo nella società e che testimonia un modo di pensare fuori dagli schemi, come spiega ad Affaritaliani.it Fabio Bocchiola, AD di Repower Italia: "Affinacare le start up per noi è un'esperienza nuova."

Leggi l'articolo completo su: www.affaritaliani.it



Fili Pari tra i vincitori di Switch 2 Product” width=

ECONOMY UP

25 Ottobre - 2018

Fili Pari tra i vincitori del Premio Switch 2 Product

”Sono state premiate il 25 ottobre presso la Deloitte Greenhouse le realtà che hanno vinto il Challenge nato dalla collaborazione tra Politecnico di Milano, Deloitte e PoliHub. Sono attive nel green, nella manifattura industriale, nell’ICT, nel MedTech, nello IoT e negli Smart Products. Montepremi complessivo: 200mila euro.”
”Sono 14 realtà provenienti da vari settori, dal green alla manifattura industriale, dall’ICT al MedTech, dall’IoT agli Smart Products, e hanno ottenuto un montepremi complessivo di 200mila euro grazie a Switch2Product - Innovation Challenge, il contest che si è svolto il 25 ottobre presso la Deloitte Greenhouse di via Tortona a Milano. Le 14 idee vincitrici sono state proclamate e premiate durante la competizione nata dalla collaborazione tra Politecnico di Milano, Deloitte e PoliHub, con l’obiettivo di rafforzare la valorizzazione delle tecnologie nate dalla ricerca, sviluppare nuova imprenditorialità e promuovere soluzioni innovative di business."

Leggi l'articolo completo su: www.economyup.it



Fili Pari su OB-Fashion Magazine” width=

OB-FASHION MAGAZINE

28 Agosto - 2018

”Fili Pari | Quando il marmo diviene indossabile"

"Fili Pari è la risposta a chi si chiede come sia possibile trasformare il marmo in un tessuto. Proprio così! Innovazione, sperimentazione, ricerca hanno portato questo giovane brand a risultati incredibili, a nuovi scenari nel mondo della moda. Fili Pari è l’anagramma di Fripi e Ali, le due fondatrici: Francesca Pievani, trentenne di origini bergamasche e Alice Zantedeschi, ventinovenne veronese. Un nome che fa riferimento immediato al filo, al mondo tessile, alla visione d’insieme che caratterizza il marchio. Un marchio italiano fondato nel 2014 che sviluppa e promuove la costante ricerca di materiali e di fibre, interpretando e rielaborando il concetto tradizionale di moda. L’obiettivo è quello di progettare capi d’abbigliamento con materiali di alta qualità, capaci di coniugare ricerca, stile, innovazione e performance tecniche. Il desiderio di esprimere nuovi scenari e il saper fare tipico del Made in Italy prendono forma in una collezione di giacche impermeabili dallo stile femminile, minimale e ironico"

Leggi l'articolo completo su: www.ob-fashion.com



“Premio

Premio Gaetano Marzotto e Polihub

Luglio - 2018

Selezionate nei 32 finalisti del premio Gaetano Marzotto, di cui si avrà esito a Ottobre 2018 e Vincitrici del programma di accelerazione messo in palio da Polihub, incubatore del Politecnico di Milano

"Si è tenuta ieri sera, nella cornice della Microsoft House di Milano, la prima tappa dell'ottava edizione del Premio Gaetano Marzotto, con l'assegnazione a 32 nuove imprese innovative italiane dei percorsi di affiancamento messi in palio dagli incubatori e parchi scientifici e tecnologici partner dell'iniziativa, il cui montepremi ha un valore complessivo di oltre un milione di euro. In rigoroso ordine alfabetico, questi i vincitori di questo primo step del Company Idea Prize (600 le candidature inviate) che andranno ora a concorrere per il grant da 50mila mila euro nella tornata finale del Premio, in programma il prossimo 22 novembre a Roma: Air/Milano, Bettery/Bologna, Blugear/Milano, Braimage/Bologna, Columbus Eggtm/Piacenza, Demeter.Life/Foggia, Easy Tax Assistant/ Milano, Epoché/Napoli, Extravitis/Milano, Falleng/Cremona, Fili Pari/Bergamo, Fleep/Milano, Fnx Project/Torino, Fritrak/Taranto, Heraclex/Ancona, Hexagro Urban Farming/Milano, Hype Biotech/Bologna, Kaitiaki/Gorizia, Indigo AI/Milano, Mekello/Vicenza, Moveo/Padova, Namu/Milano, Ocore/Palermo, Packtin/Reggio Emilia, Phononic Vibes/Milano, Prontopro/Milano, Revotree/Roma, Scenico/Trieste, Spex/Roma, Tommi/Roma, Virtuoso/Cagliari e Wher/Alessandria. I settori più rappresentati sono l'health care nelle sue differenti espressioni (biotech, medtech, life science) con otto startup selezionate e il mondo dell'Information & communications technology, con sette adesioni; sei, invece, le imprese attive nel mondo dell'agro e food tech, altrettante quelle pescate nell'ambito della social innovation mentre si fermano a quattro quelle pertinenti al settore dell'energy tech e delle rinnovabili. Tre startup rappresentano i settori fintech e regtech ed altrettanti la categoria “new materials”, due ciascuno operano in campo automotive, bulding & real estate, fashion/forniture & design, Industry 4.0 e trasporti e logistica. Una sola azienda tecnologica, infine, è attiva nell'entertainment/education, in ambito media/publishing e nel settore sport..."

Scopri di più su: www.premiogaetanomarzotto.it e www.ilsole24ore.com



Worth Partnership Project

Fili Pari + Motoreta "Family Wear Nature Project"

Aprile - 2018

Vincitrici di "WORTH PARTNERSHIP PROJECT"

Si è tenuta a Madrid la selezione finale di WORTH Partnership Project, un progetto finanziato da COSME, il programma dell’Unione europea per la competitività delle PMI. L'Obbiettivo di WORTH è costruire partnership in tutta Europa tra fashion designer talentuosi, creativi, artigiani, innovatori, PMI e imprese tecnologiche. Il progetto mira a sviluppare nuovi prodotti e nuove idee attraverso la promozione di differenti modi di creare, collaborare, adottare tecniche, processi e modelli di business innovativi e dirompenti. Il progetto che ha saputo convincere la giuria è "Family Wear Nature" e propone una capule collection di capi dal design contemporaneo, realizzata con materie prime locali e legate al territorio, come il marmo, destinati ad adulti e bambini. Il progetto è stato presentato insieme al brand Motoreta, un marchio proveniente dal sud della Spagna, Siviglia, un città magica con una forte identità. L'ispirazione del brand nasce dal cinema, dalla letteratura e dall'arte, con un forte impegno nei confronti dei nuovi processi produttivi e al lato sostenibile per uno stile di vita più consapevole.

Scopri di più su: www.worthproject.eu



“Ginger.Tall

Ginger.Tall

Maggio - 2018

”DESIGNSTORIES: FILI PARI GIRL POW(D)ER"

“Possiamo definirci due digital nomad nel vero senso della parola. Siamo divise tra Milano, Bergamo e Verona, che sono case, uffici, magazzino e luogo di produzione: a seconda della stagione passiamo più tempo in un posto rispetto all’altro..la certezza è correre sulla A4. Le idee migliori solitamente ci vengono proprio in auto; quando viaggiamo in solitaria o insieme abbiamo tempo per riflettere su tutto ciò che abbiamo fatto e che dovremo fare: li, con le mani sul volante e la mente libera, arrivano i lampi di genio.”
"Quali caratteristiche di uno spazio vi aiutano ad esprimervi al meglio?
"La luce è un elemento molto importante per noi, è la carica di energia che ci aiuta ad essere concentrate e produttive. L’ordine invece è una caratteristica relativa, sappiamo trovare l’equilibrio anche nel nostro piccolo caos. Lavorando molto sedute davanti al pc anche la seduta svolge il suo ruolo chiave, ma siamo ancora alla ricerca della sedia perfetta."
Quali sono le vostre fonti di ispirazione?
"Ci lasciamo ispirare dalla nostra vita quotidiana, fortunatamente siamo a contatto con persone molto eclettiche ed estroverse che riescono a darci sempre una visione differente delle cose. La natura inoltre è una fonte inesauribile di idee da cui attingiamo materiali, forme e colori. Ci piace viaggiare, leggere, visitare luoghi insoliti fisicamente e virtualmente; sicuramente anche i social hanno cambiato fortemente il modo di reperire informazioni e immagini. Per le nostre collezioni, nello specifico, lo stile che amiamo è molto minimal e funzionale, senza rinunciare alla femminilità e a quei dettagli che ci permettono di distinguerci."

Leggi l'intervista completa su: www.ginger.tall.com



Fili Pari:il marmo da indossare

Teodora Lombisani

19 Gennaio - 2018

”Fili Pari: Il Marmo da Indossare"

Avete mai pensato di indossare un capo realizzato con un materiale freddo e pesante come il marmo? Grazie a Fili Pari , brand innovativo e originale oggi si può. Un progetto nato da Francesca Pievani e Alice Zantedeschi , due giovani creative che insieme hanno dato vita ad un progetto unico nel suo genere. Le due fondatrici dopo qualche anno di esperienza separate decidono di iniziare un proprio percorso con il brand Fili Pari, un marchio che nasce dal desiderio di sviluppare e promuovere la costante ricerca di materiali e di fibre, rielaborando il concetto tradizionale di moda e styling. Il nome rappresenta l’anagramma di Fripi e Ali, le due fondatrici: un riferimento immediato al filo, al mondo tessile, alla visione d’insieme che caratterizza il marchio. Oggi Fili Pari seleziona i migliori marmi del territorio italiano per realizzare capi ad alto valore innovativo, coniugando la capacità artigianale, lo stile e la ricerca che contraddistinguono la nostra Penisola. La collezione è formata da quattro modelli di capispalla no season, caratterizzati da linee pulite, manifattura artigianale e materiali innovativi, che esprimono una forte cura del dettaglio sia tecnica che stilistica. Le varianti colore sono l’espressione del marmo che contengono: grigio antracite per il Marmo Nero Ebano, salmone brillante per il Rosso Verona, ed il Marmo Giallo Mori che dona ai capi un colore beige.

Leggi l'articolo completo su: www.teodoralombisani.it



La startup che trasforma il marmo in un caldo tessuto

Forbes Italia

10 Gennaio - 2018

Un brand originale, innovativo e decisamente unico nel suo genere: si tratta di Fili Pari, un progetto nato da Alice Zantedeschi, ventinovenne veronese, e Francesca Pievani, trentenne di origini bergamasche. Fondato nel 2014 il marchio sviluppa e promuove la costante ricerca di materiali e di fibre, interpretando e rielaborando il concetto tradizionale di moda e styling. L’obiettivo delle due designer italiane, entrambe laureate alla Facoltà Design per il Sistema Moda al Politecnico di Milano, è quello di progettare capi d’abbigliamento con materiali di alta qualità, capaci di unire ricerca, stile, innovazione e performance tecniche coniugando il desiderio di esprimere nuovi scenari e il saper fare tipico del Made in Italy: il risultato è una collezione di giacche impermeabili dallo stile femminile, minimale e ironico, fortemente curate nel dettaglio sia dal punto di vista tecnico che da quello stilistico. Linee pulite ed essenziali, tessuti ricercati e manifattura artigianale rendono ogni capo unico. Quel che rende ancor più unico i loro capi è il particolare materiale che utilizzano, ottenuto dalla combinazione di polvere di marmo e tessuto. Si inizia a sentir parlare del progetto, inizialmente nato come “Veromarmo”, nel 2014 con le partecipazioni a Carrara Marble Weeks e alla fiera Marmomacc di Verona, dove viene selezionato, tra duecento candidati, per il programma di finanziamento di startup ImpresaxImpresa di Confindustria Verona. Oggi Fili Pari seleziona i migliori marmi del territorio italiano per creare capi ad alto valore innovativo ottenuti combinando tecnologia avanzata, esperienza e capacità umana. Abbiamo scambiato due chiacchiere con le due fondatrici del progetto per farci raccontare la loro esperienza.

Leggi l'articolo completo su: www.forbesitalia.com


Articolo di Antonio Piazzolla



Ocotur Magazine

Ocotur Magazine

26 Gennaio - 2018

A jacket made out of marble? Meet the brand Fili Pari.

When you think of the applications of marble, fashion is not the first thing that comes to mind; marble evokes images of a cold, heavy and rigid structure. However, the Italian designers Francesca Pievani and Alice Zantedeschi have found a way to make marble wearable! After selecting the finest Italian marble, the rocks are put into a machine with supporting materials to create a patented powder called Veromarmo. The Veromarmo is then applied to the outer layer of the jackets, which not only makes them resemble marble's earthy colors, but also gives it a soft, rubbery touch due to the calcium carbonate in the rock. Having met these ambitious, go-getting founders, we are excited to share our interview on how they are revolutionising the way that marble can be applied to a fashionable setting.

Leggi l'articolo completo su: www.ocoture.com


Articolo di George Payne e Fabienne van Buchem



Fili Pari sul quotidiano L'Arena

Quotidiano L'Arena

30 Ottobre - 2017

Indossare il marmo. Potrebbe sembrare un'assurdità, invece è possibile realizzare moderni capi di abbigliamento con un tessuto mescolato alla polvere di marmo. L'idea l'ha avuta Alice Zantedeschi, veronese di 29 anni, che su questa innovazione ha scritto una tesi di laurea in Design della moda al Politecnico di Milano. Ora la membrana in marmo veneto, «Veromarmo», usata per creare impermeabili e coprispalle, è diventata un brand, che si sta imponendo sul mercato, Fili Pari.«A ne settembre, abbiamo partecipato alla era Super, di Pitti, durante la settimana della moda a Milano e il ne settimana successivo eravamo presenti a Verona a Marmomacc», racconta Alice, che di strada ne ha fatta parecchia tra prove, tentativi, esperienze, contatti. «Il riscontro di queste due manifestazioni è stato positivo: apprezzamenti sullo stile e molta curiosità sul materiale da parte di buyer e negozianti, specialmente da parte del mercato internazionale. In Italia siamo presenti con le nostre creazioni in diversi negozi nel Nord Italia, due sono a Verona, e dalla prossima stagione saremo anche in Giappone e Usa. Il mercato asiatico, come quello americano, è molto attento e vivo, e sa ancora apprezzare il made in Italy e i prodotti di ricerca, a dierenza del mercato italiano che rimane più didente nei confronti delle novità e poco propenso a inserire brand diversi da quelli del lusso già riconosciuti».La polvere di marmo si può accoppiare a ogni tipo di tessuto, dalla lana all'organza, ed ha la proprietà di essere traspirante, impermeabile, antivento e ritardante della amma. «L'eetto al tatto è gommato e morbido, grazie alla presenza del carbonato di calcio contenuto nel marmo. La novità è rappresentata proprio dal fatto che da freddo e pesante, il marmo è reso caldo, morbido ed indossabile», spiega Zantedeschi, «grazie alla ricerca e rielaborando il concetto tradizionale di moda e styling, abbiamo realizzato capi di abbigliamento innovativi, in uno stile fresco per tutti i giorni, con il cotone al contatto della pelle, ad esempio, e la membrana di marmo all'esterno». Il colore dei capi, pratici, minimalisti ed ironici, è dato dal marmo usato: il grigio antracite è dato dal marmo nero ebano, il salmone brillante viene dal nostro rosso Verona e il beige dal marmo Giallo Mori. Un'idea veramente innovativa, che è diventata brand e quindi impresa, e che sarà ottimizzata grazie alla continua ricerca sul tessuto per vericarne ulteriori possibili performance tecniche, assicura Alice Zantedeschi che, per lavorare a questa sua creazione, si è trasferita a Milano: dalla sua città, Verona, ha già colto uno dei prodotti più preziosi e rinomati. Alice non si fermerà qui, però: iniziata questa avventura, ha allo studio anche altri modelli.

Articolo di Giancarla Gallo



Fili Pari su Diariodelweb.it

Diariodelweb.it

06 Settembre - 2017

"Così abbiamo creato giacche fatte di marmo, valorizzando il territorio"

"Alice e Francesca si conoscono all'Università. Dopo alcuni studi decidono di lanciare il loro marchio di abbigliamento con il quale producono giacche create con un materiale innovativo che permette di indossare il marmo"

MILANO - «Il mio desiderio era mettere in comunicazione la mia città, Verona, con la moda e il distretto tessile dell’abbigliamento. Si parla tanto di Verona come la città di Romeo e Giulietta, dell’Arena, dell’opera lirica. In pochi sanno, però, che in questa splendida città vi è anche un importante distretto del marmo». Ed è stato proprio per portare alla luce questa caratteristica del territorio veronese che Alice Zantedeschi ha creato Veromarmo, una membrana brevettata a base poliuretanica e polvere di marmo utilizzabile nel settore tessile, design e arredo.

.....

La prossima collezione
Fili Pari è uscita con la sua prima collezione a febbraio 2017, proponendo quattro modelli di giacche no season, in due varianti colore: salmone dato dal Marmo Rosso Verona e grigio antracite derivante dal Marmo Nero di Bergamo. Per la stagione 2018 il marchio proporrà alcuni nuovi modelli e una nuova variante colore, il marmo Giallo Mori che dona ai capi un tenue beige. La collezione sarà presentata a Milano, alla fiera Super dal 23 al 25 settembre.

Leggi l'articolo completo su: www.diariodelweb.it



Fili Pari su Stone-Ideas.com

STONE-IDEAS.COM

30 Giugno - 2017

"Wearable Stone: Veromarmo is a new material which can be used for textiles"

"Pulverized marble and resin are combined to produce a micro film which is applied to a textile backing. Wearables are all the rage. These can be solar cells applied to a cap, or computers integrated in clothing. Research at the Milan Politechnico has advanced to subject which is now at the doorstep of the natural stone branch. It all started with Alice Zantedeschi’s master’s thesis. The subject it was to analyze methods of promulgating Verona’s popularity with fashion. She identified four areas in which Verona’s popularity is already established publicly: wine, Romeo and Juliette, literature and marble. The next step was to devise methods of making Veronese marble wearable. After much research the result was a material called „Veromarmo“. Enter Francesca Pievani. The two knew each other before the master thesis and both are actually designers by vocation. So, a lady’s rain-ware made of Veromarmo was designed."

Leggi l'articolo completo su: www.stone-ideas.com









RAI 1 - TOP TUTTO QUANTO FA TENDENZA

6 Maggio - 2017

Nell'ultima puntata della trasmissione di Rai1, Top-Tutto quanto fa tendenza, abbiamo avuto il piacere di raccontare il nostro progetto e di essere intervistate, assieme ad altre realtà produttive di Verona, dalla bellissima Cristel Carrisi.

Rivedi l'intera puntata su www.raiplay.it








Fili Pari su The Way Magazine

THE WAY MAGAZINE - LA LEGGEREZZA DEL MARMO ORA SFIDA LE REGOLE DELLA MATERIA

19 Aprile - 2017

Piegato, lavorato, sottilissimo, perfino da indossare: le nuove incredibili creazioni viste a Drogheria Creativa e da StoneLab Design.

Durante il Fuorisalone a Milano, abbiamo avuto la possibilità di far parte del progetto Handy Marble organizzato da Luigi Durante, Caterina Torella e Gabriele Tonin di Drogheria Creativa.
"Il marmo diventa quindi leggero, sottile, elemento di arredo e carta da parati, un oggetto d’uso quotidiano, un design malleabile. Che nel progetto di Drogheria Creativa rimandava al classico gioco Carta-forbice-sasso e che nella realtà significa polvere materica che si indossa, grazie allo studio tecnologico dei capi di Filipari, ad esempio. Li abbiamo toccati questi impermeabili, sono incredibilmente soffici."

Leggi l'articolo completo su: www.thewaymagazine.it










Fili Pari su Fool Magazine

FOOL MAGAZINE - INDOSSARE IL MARMO... VA DI MODA

11 Aprile - 2017

Una tesi di laurea, un distretto da valorizzare e un brevetto pronto per essere messo in… vetrina. Nasce così il progetto Veromarmo che da Verona si è mosso su Milano per incontrare un’altra innovativa start up.

"Se il nome rimanda immediatamente al tema del filo (e quindi dei tessuti, sebbene derivi dall’anagramma dei nomi delle due fondatrici), Fili Pari va ben oltre il concetto di moda e capi d’abbigliamento: è un marchio nato per valorizzare un distretto, quello del marmo di Verona, nell’ambito di una tesi di laurea sul design, ma, come molte di queste originali idee, ha trovato presto forma in un brevetto di tutto rispetto."
"Due studentesse alla loro prima esperienza lavorativa, un’azienda indirizzata alla produzione di pellicole speciali e una nuova start up milanese sono gli ingredienti di questo prodotto presente oggi solo in alcuni negozi in Italia, ma destinato a riscuotere grandi successi: “collaborare con Veromarmo è stato strategico per noi”, spiega Davi Frigerio, terza generazione della famiglia Frigerio a operare nel campo del marmo. “Quando abbiamo costituito la start up Frigerio 21 volevamo presentarci al mercato con prodotti nuovi, moderni che del marmo sapessero valorizzare l’aspetto di design ed eleganza: completare le nostre sedute e chaise longue con i tessuti di Fili Pari, ottenuti dai nostri marmi e nei colori dei nostri marmi è stato quasi immediato”.

Leggi l'articolo completo su: www.foolmagazine.com






Fili Pari su Polkadot

POLKADOT - FILI PARI: IL MARMO DA INDOSSARE

7 Aprile - 2017

"Trasformare un materiale freddo, pesante e statico come il marmo in eleganti impermeabili eco-friendly dai dettagli irresistibili? Oggi si può. Grazie a Fili Pari, brand nato dalla collaborazione tra Francesca Pievani e Alice Zanteschi, giovani creative conosciutesi durante il percorso universitario in Fashion Design e ritrovatesi poi, forti delle rispettive esperienze in ambito lavorativo, decise a portare avanti un progetto ambizioso che si fa spazio tra le proposte di moda etica."

"Innovazione, sostenibilità e valorizzazione dei materiali (quelli più inaspettati) sono i capisaldi di Fili Pari, capace di creare grandi aspettative tanto nell’industria di moda green in ascesa quanto nei consumatori. Un marchio in grado di dare nuova vita a un materiale senza tempo."

Leggi l'articolo completo su: www.polkadot.it









Fili Pari su That's all Trends

THAT'S ALL TRENDS - ALICE, FRANCESCA E VEROMARMO

10 Marzo - 2017

"Fili Pari sono Alice e Francesca, due amiche, due colleghe, ora socie, unite dalla stessa passione per la moda e per il design. Si sono conosciute all’università, hanno frequentato insieme la facoltà di fashion design del Politecnico di Milano e hanno ritrovato assieme un filo comune. Il loro desiderio era quello di realizzare qualcosa con la loro firma. Dopo la laurea hanno maturato esperienze separate. Alice lavorando per l’ufficio stile di un marchio maschile tra Italia e Inghilterra mentre Francesca si è dedicata ad eventi moda all’interno di uno studio di progettazione milanese. A settembre dell’anno scorso il loro riavvicinamento ha cucito il marchio Fili Pari."

"Fili Pari è letteralmente l’anagramma dei soprannomi di Alice e Francesca ma non solo. È una vera filosofia concettuale per il riferimento al settore tessile e alla visione d’insieme che caratterizza il marchio. La loro è una reale vocazione, un amore profondo per il loro mestiere, un mixage di ricerca e creatività per l’utilizzo in prima linea di componenti alternative. Riprendendo i primi approfondimenti durante la tesi, infatti, hanno scelto l’utilizzo di un materiale decisamente inaspettato per l’abbigliamento ossia il marmo."

Leggi l'articolo completo su: www.thatsalltrends.com








Fili Pari su Frontseat Magazine

FRONTSEAT MAGAZINE - FILI PARI: ORA E' POSSIBILE INDOSSARE IL MARMO

06 Marzo - 2017

Online l'intervista per Frontseat Magazine in cui raccontiamo il nostro progetto, gli inizi e i prossimi passi.

"Come vi siete incrociate e come avete deciso di lanciarvi insieme in questo progetto?
Il progetto Fili Pari nasce tra i banchi universitari del Politecnico di Milano, in cui io e la mia socia Francesca frequentavamo la Laurea specialistica in design per il sistema moda. Inizialmente si basava sulla nostra passione per lo styling per poi sfociare, con la concretizzazione della membrana Veromarmo, in un progetto di abbigliamento con tessuti innovativi. Fili Pari è un marchio che sviluppa e promuove la costante ricerca di materiali e di fibre, interpretando e rielaborando il concetto tradizionale di moda e styling. L’obiettivo è quello di raccontare nuove storie ed atmosfere dal sapore innovativo ed emozionale introducendo ricerca, progetto e creatività."

Leggi l'articolo completo su: www.frontseatmag.com






Fili Pari su L'Arena

FILI PARI - ARSDIGITALIA E IL MARMO

11 Febbraio - 2017

E' stato appena presentato il progetto ArsDigitalia, per offrire consulenza digitale a 100 aziende nel distretto Veronese del marmo.

Con grande onore siamo state invitate anche noi per presentare il nostro progetto e raccontare la nostra esperienza con il mondo digitale e la comunicazione tramite social network.

Leggi l'articolo su: www.larena.it








Fili Pari su Frizzi Frizzi

FRIZZI FRIZZI - LE GIACCHE IN MARMO DI FILI PARI

03 Febbraio - 2017

"Francesca Pievani è una giovane designer, bergamasca d’origine, che da qualche anno vive a Milano. Nel 2014 Francesca ha dato vita insieme ad Alice Zantedeschi al marchio Fili Pari, che deve il nome a Fripi e Ali, le due fondatrici, ma è anche un riferimento immediato al filo e al mondo tessile."

"Le due, impegnate nella ricerca, sviluppo e promozione di nuovi materiali e fibre, hanno dato vita a Veromarmo, «un microfilm indossabile, brevettato da Fili Pari, contenente polvere di marmo. La membrana è impermeabile, traspirante, antivento e ritardante di fiamma ed il marmo ne dona il colore di base ed un effetto tattile gommato e morbido dato dalla presenza del carbonato di calcio che compone la pietra. Da freddo, pesante e statico il marmo viene reso leggero, caldo ed indossabile»."

Leggi l'articolo completo su: www.frizzifrizzi.it






Fili Pari e la California State University

FILI PARI - INCONTRO CON LA CALIFORNIA STATE UNIVERSITY, LONG BEACH

14 Gennaio - 2017

Bellissima esperienza di incontro con una classe di studenti della California State University di Long Beach, New York.

La contaminazione e lo scambio di culture e conoscenze è uno strumento importantissimo di crescita personale e collettiva. Con questo spirito si è sviluppato il gemellaggio tra il College americano e l'università di Economia di Brescia, che ci ha chiesto di raccontare la nostra esperienza, assieme ad altre realtà ben consolidate. Presso il concept store Ila Malù di Brescia abbiamo tenuto una lecture che ci ha permesso di illustrare ad un gruppo di studenti giovani, curiosi ed entusiasti il nostro progetto e di fargli toccare con mano le giacche della nostra collezione.

Un ringraziamento speciale a Ila Malù, Rosa d'Eventi, prof.ssa Bonera, Prof.ssa Marine Aghekyan e ai ragazzi che hanno partecipato.






Fili Pari su La Notizia Popolare

LA NOTIZIA POPOLARE - L'AVVENIRE DEL TESSILE

02 Gennaio - 2017

"Unire la passione per la moda, al legame con il territorio. Fonderle, letteralmente intrecciarle."

"Alice e Francesca negli anni scorsi hanno condiviso aule universitarie ed esami, finendo poi per seguire strade affini, la prima come responsabile di produzione di un marchio di abbigliamento, l’altra nell’organizzazione di eventi di moda. Mentre il desiderio di sviluppare le potenzialità dei loro tessuti è rimasto qualche tempo in un cassetto socchiuso. «Alla fine del 2014 ci siamo ritrovate – raccontano – e abbiamo deciso di riaprire i nostri cassetti. Forti di esperienze e competenze nuove, abbiamo creato un nostro marchio, Fili Pari, che è l’anagramma dei nostri soprannomi, ma che si rifà anche all’idea di due fili che viaggiano paralleli»."

Leggi l'articolo completo su: www.lanotiziapopolare.it

  • Instragram_01
  • Instragram_02
  • Instragram_03
  • Instragram_04
  • Instragram_05
  • Instragram_06